Speciali

Umidificatori: guida alla scelta

11 gennaio 2016

11 gennaio 2016

Quando l’aria in casa è troppo secca, oltre a danni a pavimenti e mobili in legno, possono verificarsi anche problemi respiratori. Gli umidificatori aiutano a ristabilire il corretto tasso di umidità. Ecco una guida per scegliere il tipo più adatto alle tue esigenze.

Tre diversi tipi

Anche se i prezzi possono variare molto, gli umidificatori non sono apparecchi particolarmente costosi: se ne trovano di buoni anche a 50 euro. Il costo varia anche a seconda del canale di vendita: farmacie, negozi per bambini o di elettrodomestici. Prima di acquistarne uno quindi valuta diverse opzioni come la grande distribuzione (ci sono spesso offerte) e i siti online.
In base al funzionamento possiamo distinguere tre tipi di umidificatori:

  • Umidificatore evaporativo: una vaschetta con dentro dell’acqua viene posizionata accanto o sopra i termosifoni. L’evaporazione avviene quindi naturalmente. La quantità di umidità rilasciata è limitata e non regolabile.
  • Umidificatori a vapore caldo: l’acqua viene riscaldata fino a ebollizione e quindi rilasciata nell’aria. Sono abbastanza rumorosi e soggetti alla formazione di calcare: devono essere quindi puliti periodicamente. I prezzi variano da 35 a 80 euro.
  • Umidificatori a ultrasuoni: gli ultrasuoni “colpiscono” l’acqua creando delle vibrazioni che la trasformano in una nebbiolina di vapore freddo. Questi umidificatori sono più silenziosi di quelli a vapore caldo, permettono una migliore regolazione del flusso di vapore e consumano meno energia. I prezzi variano dai 35 ai 130 euro.

Stampa Invia