News

Trolley le prove in laboratorio

07 giugno 2012

07 giugno 2012

Rigidi o morbidi. Con due o quattro ruote. Scegli pure il trolley che più ti piace: tutti, con qualche piccola differenza, superano le nostre prove.

Li abbiamo graffiati, bagnati, bucati. Riempiti, svuotati, chiusi e aperti centinaia di volte. Li abbiamo trascinati per chilometri su gradini e percorsi accidentati. Alle fine tutti sono sopravvissuti alle nostre prove. Con qualche piccola differenza.

Video


Rigidi o morbidi?

E' la prima grande differenza quando si parla di trolley. A parità di volume e di peso le valigie morbide hanno caratteristiche, pregi e difetti diversi dagli stessi modelli rigidi. I trolley rigidi sono più resistenti. A differenza di quelli morbidi sopportano meglio pioggia e umidità e sono indicati per il trasporto di oggetti fragili. La maggior parte è dotata di chiusure con chiave o a combinazione ma non ha tasche esterne e lo spazio interno è meno suddiviso.
Al contrario, le valigie morbide hanno molte tasche e scomparti, sia interni che esterni. Sono in media un po' più leggere di quelle rigide e più economiche. Bisogna dire, però, che il bagaglio è meno protetto, che non tutte hanno una chiusura di sicurezza e che, soprattutto, sopportano poco l'acqua.

Piccoli ma resistenti
Quasi tutti i trolley passano brillantemente l'esame di resistenza della struttura. Per quanto riguarda la qualità dei materiali, nelle valigie morbide, la parte che ha sopportato meglio le prove di resistenza è la cucitura della zip. Al contrario, la tela esterna non sopporta bene l'attrito e, una volta rotta, si lacera con una certa facilità.

L'importanza delle maniglie
Il manico estendibile è un requisito fondamentale dei trolley. Quando si parla di impugnatura il primo aspetto a cui fare attenzione è la fluidità del movimento: non ci devono essere intoppi ogni volta che alzi o abbassi il manico. E' importante poi che il braccio allungabile sia resistente (se si piega facilmente abbassarlo diventa complicato) e che rientri nella valigia senza sporgere (questo permette al trolley di essere imbarcato con più facilità).
Oltre al manico estendibile ci sono altre due maniglie: una laterale che consente il trasporto in posizione orizzontale e una in alto per il trasporto verticale.

Due punti deboli
Due i test che ottengono cattivi risultati: resistenza alla pioggia e utilizzo di sostanze chimiche. Anche se comunque un po' di acqua entra sempre dalle giunture, le valigie rigide ottengono risultati migliori rispetto a quelle morbide che s'inzuppano con una buon acquazzone.
Su alcuni trolley abbiamo trovato tracce di prodotti chimici (IPA e ftalati) potenzialmente dannosi per salute e ambiente.

Al momento dell'acquisto
Di trolley ce n'è per tutti i gusti. Al momento dell'acquisto però non basare la tua scelta solo su parametri estetici ma fai attenzione ad alcune caratteristiche della valigia che stai per acquistare.
Verifica la comodità delle maniglie, le rifiniture e prova i sistemi di chiusura. Per farti un'idea degli accessori interni, apri il trolley e dai un'occhiata a tasche e scomparti. Fai un giro nel negozio trascinando la valigia per verificarne la stabilità. Se sbatte contro i talloni la maniglia estendibile è troppo corta

Stampa Invia