News

Magnesio e potassio, integrarli non serve

22 gennaio 2018
Magnesio e potassio: sono davvero utili gli integratori?

22 gennaio 2018

Sempre più spesso si ricorre a integratori contenenti magnesio e potassio per combattere freddo e malanni stagionali. Ma serve davvero integrare? In realtà, ne assumiamo a sufficienza già con la normale alimentazione. Ecco perché se ne può fare a meno.

In commercio sono disponibili numerose formulazioni di integratori contenenti magnesio e potassio: in coppia o combinati con altre sostanze. La pubblicità, soprattutto con la brutta stagione, insiste con spot sulla necessità di acquistare prodotti in grado di ricaricare le nostre energie. Ma diciamolo subito: non ci sono sufficienti dati che dimostrino che l’utilizzo abituale di integratori a base di magnesio e potassio possa avere un effetto energizzante e ricaricarci di energia, spazzando via ogni malumore o riducendo il senso di spossatezza. Di fatto, con la normale alimentazione assumiamo già le giuste dosi di sali minerali e vitamine.

Magnesio e Potassio: che cosa sono e dove li trovo

Magnesio e potassio sono due minerali presenti quasi dappertutto. Oltre a essere contenuti nella maggior parte degli alimenti, si raccolgono nel nostro organismo in diverse parti del corpo quali, soprattutto, sistema nervoso, muscoli e scheletro. Puoi trovarli soprattutto nella verdura a foglie, nei legumi, nella frutta secca a guscio e nei cereali integrali. Quantità elevate sono presenti anche nel caffè. La carenza di queste sostanze nell’organismo si manifesta con sensazione di stanchezza, debolezza muscolare e crampi.

Più che alla carenza occhio all'eccesso

I dati riportati dalla Società italiana di Nutrizione umana confermano che, fatta eccezione per calcio e vitamina D, i livelli di sali minerali e vitamine assunti dalla popolazione adulta sono mediamente superiori a quelli raccomandati dagli esperti. Se consideriamo, poi, l’abbondante presenza di magnesio e potassio negli alimenti, nella popolazione generale può bastare l’integrazione attraverso la normale dieta.

Anche il potassio, come il magnesio, è presente in quasi tutti gli alimenti (non solo nella banana e nei legumi). È più facile quindi rischiare un eccesso, in particolare nelle persone anziane, che possono così andare incontro a pressione arteriosa alta e cardiopatie. È difficile, poi, rischiare una carenza se non in particolari condizioni (ad esempio perdite eccessive attraverso un’intensa attività sportiva protratta nel tempo, vomito prolungato, diarrea cronica, abuso di lassativi e diuretici).

Inoltre non è affatto detto che le carenze di magnesio e quelle di potassio vadano per forza di pari passo. La pubblicità ce li mostra sempre insieme ed è così che siamo abituati a pensarli. Non ci sono però studi che valutino i benefici di una loro integrazione in combinazione. Più che necessaria, quindi, sembra un’unione pubblicitaria.

Integratori per l'inverno: puoi farne a meno

In commercio esistono versioni invernali dei famosi integratori di magnesio e potassio, Polase ricarica inverno e Polase difesa inverno ne sono due esempi. In questi prodotti i due minerali sono combinati fra loro e a diverse vitamine. Nonostante si vantino di avere delle formulazioni ad hoc per far fronte ai mesi più freddi, puoi farne a meno: gli studi dimostrano che (fatta eccezione per la vitamina D e il calcio) assumiamo già le giuste dosi di sali minerali e vitamine.