News

Smartphone: ecco quando è il momento di cambiare modello

23 dicembre 2016
smartphone

23 dicembre 2016
Il tuo telefonino ha già qualche anno? La voglia di cambiarlo è irresistibile. Ma sei sicuro che quello che hai sia davvero da rottamare? E quando conviene comprarne uno nuovo? Dipende dal modello che hai e dalle tue esigenze. Prima di decidere, però, verifica tutte le funzionalità di quello che già possiedi e valutane difetti e pregi.

Sembra banale ma se il telefono che hai in tasca ti soddisfa non c’è bisogno di spendere soldi per comprarne uno nuovo. È vero anche che, da un anno all’altro, le migliorie in genere non sono tali da giustificare un nuovo acquisto. In altre parole, se hai comprato un telefono di alta gamma negli ultimi due o tre anni, per esempio un iPhone 6, un Samsung Galaxy S5 (o anche un Note4), un LG G3 o un qualsiasi altro telefono di quelli in testa alle nostre classifiche dell’epoca, non ci sono motivi tecnici particolari per consigliarti l’acquisto di un nuovo apparecchio. Questo non significa che non ci siano state innovazioni tecnologiche negli ultimi due anni: ci sono state, continuano a esserci e di solito sono più utili che dannose. Ma non sono tali da rendere indispensabile un nuovo acquisto. Quindi come decidere se cambiare lo smartphone?

Conosci bene il tuo smartphone?

Se la squadra vincente non va cambiata, forse la si può comunque allenare meglio, per farla rendere ancora di più. È vero che avere un ottimo telefono in tasca non vuol dire che lo stai usando al massimo delle sue possibilità, anzi probabilmente è vero il contrario. Spendendo un po' di tempo per studiarlo a fondo ti ritroverai con un telefono migliore senza aver speso un euro. Ecco alcune delle funzionalità più interessanti, ma che non tutti conoscono o comunque sono soliti utilizzare.

  • Il telefono come navigatore satellitare: che sia Google Maps o che sia Mappe di Apple, le applicazioni di mappe predefinite in iPhone e Android sono di qualità sempre crescente. Possono essere utilizzate come navigatore satellitare sia quando si va in auto sia a piedi e in molte città forniscono anche informazioni sui mezzi pubblici. Per chi le usa in auto, una delle funzionalità più interessanti è l’aggiornamento in tempo reale delle condizioni del traffico, con percorsi alternativi suggeriti quando è necessario. Il tutto gratis e senza dover spendere per l’acquisto di un navigatore satellitare dedicato. 
  • I comandi vocali: che sia Siri o Ok Google, una crescente quantità di comandi si può impartire senza nemmeno toccare il telefono. L’ostacolo principale è ricordarsi che questi comandi esistono e prendere l’abitudine di utilizzarli. Anche le funzioni di dettatura hanno fatto notevoli progressi.
  • Le funzioni video e foto avanzate: le applicazioni video hanno mano a mano visto l’introduzione di una serie di comandi e possibilità aggiuntive, come lo slow motion, le riprese molto più definite o funzionalità di fotoritocco semplici, ma efficaci. Vale senz'altro la pena di familiarizzare con esse in modo che ci sia sempre meno bisogno di acquistare fotocamere o videocamere dedicate.
  • Impostazioni del telefono: nel telefono si trovano una grandissima quantità di comandi che consentono la regolazione fine delle sue funzioni, come risparmiare batteria, gestire le notifiche, regolare l’aspetto dello schermo e molto altro ancora.

Quando conviene cambiarlo

Appurato che approfondire la conoscenza del proprio telefono è sempre utile, ci sono apparecchi che è difficile migliorare oltre un certo livello, per via delle loro caratteristiche tecniche. Se hai comprato un telefono tre o quattro anni fa, è molto probabile che i telefoni di oggi siano così tanto migliorati da permetterti un utilizzo radicalmente diverso da quello che fai oggi. Lo stesso vale per apparecchi acquistati più di recente, ma di prezzo e qualità ridotti. Se ne sei soddisfatto, meglio così, ma se hai spesso problemi d’utilizzo, tieni presente che fare meglio si può e il costo dei modelli di punta non è soltanto una questione di marketing. Ecco un elenco dei principali aspetti in cui i telefoni di alta gamma di oggi sono sensibilmente migliori rispetto a solo qualche anno fa.

  • La qualità dello schermo - e in molti casi anche le dimensioni - è migliorata così tanto che, rispetto a modelli di 4-5 anni fa, navigare in iInternet, leggere le mail o usare determinate app è un'esperienza completamente diversa. In molti casi può sostituire tranquillamente l'uso di un tablet.
  • La quantità di memoria è importante: nei telefoni di alta gamma di oggi è sufficiente a evitare di dover continuamente cancellare foto o limitare l’uso a poche app come succedeva un tempo.
  • A proposito di app: molte di quelle odierne richiedono una velocità del processore e una quantità di memoria che solo i nuovi modelli di punta forniscono adeguatamente, quindi avere il telefono migliore significa poter usare appieno tutte le app più avanzate.
  • Inoltre un crescente numero di telefoni è resistente all'acqua e quindi può resistere ad esempio a cadute accidentali in un lavandino pieno d'acqua o anche a veri e propri tuffi in piscina.
  • La qualità della fotocamera è notevolmente migliorata, per quanto riguarda la nitidezza dell’immagine, la velocità di scatto e la resa in condizioni di luce fioca. Lo stabilizzatore dell’immagine ha aumentato la qualità e permette di fare video migliori. Anche la qualità delle casse è migliorata. 
  • Gli apparecchi più economici sono privi di funzionalità come il giroscopio, i sensori di luminosita e il riconoscimento di più dita sullo schermo, che invece sono presenti negli apparecchi di alta gamma e sono utilizzati per alcune app popolari.
  • Nei vecchi modelli, infine, non è installabile la versione più aggiornata di Android, che invece presenta utili funzionalità innovative che rendono il telefono più comodo e sicuro. 

Non tutto ciò che è nuovo è anche utile

Accanto a funzionalità nuove e davvero utili, nei nuovi modelli vengono costantemente aggiunte funzionalità dalla dubbia utilità, che vengono annunciate in grande pompa dai produttori, ma che in realtà servono solo a farsi pubblicità e differenziarsi dalla concorrenza, spesso senza però aggiungere sostanza. Ecco alcuni aspetti (spesso molto pubblicizzati) a cui però puoi fare a meno di badare, soprattutto per evitare di spendere soldi inutilmente.

  • Le batterie integrate consentono di produrre telefoni più sottili, è vero, ma di contro hanno il problema di essere difficilmente sostituibili. 
  • La qualità della fotocamera, come detto, è migliorata di molto, ma è anche una delle funzioni che più pesa sul costo dei nuovi modelli: se non interessa puoi puntare a risparmiare somme considerevoli. 
  • I video ad altissima definizione, in 4K, sono sostanzialmente inutili (meglio puntare a un più alto frame rate, 60 fps). 
  • La ricarica wireless, cioè senza fili, non ha uno standard definito e in genere richiede dei caricatori speciali: meglio evitarla. Infine, tra le caratteristiche molto pubblicizzate, una risoluzione dello schermo superiore a 500 dpi non è apprezzabile dall’occhio umano (se si escludono le applicazioni di realtà virtuale, comunque poco utili a loro volta).

Vuoi proprio cambiare? Confronta i modelli

Se anche dopo aver valutato seriamente tutti questi aspetti sei giunto alla conclusione che forse un nuovo modello è necessario, possiamo darti una mano a scegliere quello che fa al caso tuo. Il nostro test sugli smartphone mette a confronto oltre 170 modelli, da quelli più piccoli a quelli dallo schermo grande, da quelli di fascia bassa ai top di gamma. Li abbiamo portati tutti in laboratorio per metterli alla prova e dirti quali sono i modelli dalle performace migliori sotto ogni aspetto. Confronta i modelli, quindi, trova quelli che meglio si sono comportati nelle prove e scopri quali sono i negozi (online e no) dove li puoi trovare al prezzo più basso.

Vai al test sugli smartphone


Stampa Invia