Consigli

Spesa intelligente: ecco alcuni consigli

22 novembre 2019
discount prodotti di marca

Riempire troppo il carrello o farlo con i prodotti sbagliati è una tentazione a cui tutti abbiamo ceduto almeno una volta. Le tecniche di marketing messe in pratica da supermercati e ipermercati ci inducono proprio a questo e nessuno ne è del tutto immune. Ci sono però una serie di buone abitudini che puoi adottare per ridurre il rischio di comprare troppo e male.

Capita a tutti di andare a fare la spesa e riempire il cartrello di cose che in realtà non ci servono. Come fare quindi quando ci si trova al supermercato, magari stanchi a fine giornata, a non acquistare i primi prodotti che ci capitano sotto mano?

Ecco in 10 punti alcuni consigli pratici da tenere sempre a mente quando vai a fare la spesa. 

Stila la lista della spesa

Quando si va a fare la spesa è meglio essere organizzati. Prima di stilare la lista della spesa è d’obbligo dare un’occhiata nella dispensa e nel frigorifero per verificare quali alimenti ci sono già e quali invece devono essere comprati. Eviterai così sia di acquistare dei doppioni sia di rischiare di non riuscire a consumarli prima che scadano.

Per il buon funzionamento della lista è importante includere nome e numero/quantità di quello che andrai a comprare.

Compra solo i prodotti di cui hai bisogno

Pianificare i pasti settimanalmente è una buona idea che ti permette di semplificare la vita quotidiana, non soltanto se fai parte di una famiglia numerosa. Sapere cosa cucinare con un minimo di anticipo significa perdere meno tempo tra negozi e corsie del supermercato, consentendoti di fare la spesa poche volte ma in modo efficiente. Inoltre, alcuni piatti possono essere preparati in anticipo per essere conservati o surgelati: passerai meno tempo ai fornelli ma al tempo stesso senza rinunciare al piacere di cucinare. Scrivere e rileggere nero su bianco quali saranno i pasti della settimana ti darà modo di ragionare di più su ciò che metti in tavola.

Il risultato? Mangerai in modo più vario, nelle giuste quantità e dando sfogo alla creatività, evitando di ricorrere a delivery o piatti pronti dell’ultimo minuto.

Fai la spesa a stomaco pieno

L’errore in cui spesso si incorre, per via dei ritmi frenetici, è quello di fare la spesa la sera. Andare al supermercato prima di cena spesso equivale a essere stanchi e affamati nel momento della scelta. Senza tralasciare che in quel momento della giornata i supermercati hanno meno materie prime fresche.

Compatibilmente con i tuoi impegni, i momenti migliori per fare la spesa risultano essere dopo colazione, soprattutto il sabato, a metà mattinata (a seguito di uno spuntino), nel primo pomeriggio oppure dopo la merenda.

Usa il carrello solo se comperi più di 20 prodotti
La dimensione dei carrelli è una delle tante strategie di marketing adottate dalla grande distribuzione, così come il posizionamento dei prodotti tra i vari reparti o le carte fedeltà. I carrelli dei supermercati sono in genere piuttosto grandi, questo perché un carrello grande dà la percezione di non essere pieno. Ciò induce a riem­pirlo maggiormente e di conseguenza a comprare di più. Un meccanismo inconscio ma di cui ci rendiamo conto una volta alla cassa, scon­trino alla mano.
Controlla le scadenze

Saper interpretare correttamente le scadenze dei vari prodotti è importante per scegliere al meglio e sprecare meno. Sui prodotti è possibile trovare diciture come “da consumarsi preferibilmente entro” oppure “da consumarsi entro”. Quando troverai questa indicazione dovrai rispettarla per garantire qualità e sicurezza alle tue scelte.

Verifica la vita residua dei prodotti e sceglili in funzione dei tuoi tempi di consumo.

Leggi l'etichetta

L’etichetta rappresenta la carta d’identità di un alimento: si contraddistingue per la presenza di una serie di informazioni obbligatorie, ad esempio: la data di scadenza, la lista degli ingredienti, il peso netto, le informazioni nutrizionali.

È composta inoltre da una serie di indicazioni facoltative, come possono essere le modalità di consumo o di conservazione del prodotto, che il produttore può decidere di indicare o meno sulla confezione.

Imparare a leggere queste informazioni è importante per permetterti una scelta consapevole quando vai a fare la spesa.

Acquista valutando il prezzo al Kg o al L

Per ogni prodotto a scaffale il prezzo unitario o della confezione viene in genere indicato in modo chiaro. Ma per quanto riguarda il prezzo al chilo o al litro, obbligatorio per legge, le cose cambiano perché solitamente viene segnalato con caratteri molto piccoli. Per valutare un reale risparmio su prodotti simili, ma di marchi e dimensioni differenti, è ideale confrontarli in base al loro prezzo al chilo o al litro: questo sarà l’unico indicatore che ti permetterà di fare un paragone reale di convenienza.

Presta attenzione ai prodotti in offerta

Una delle strategie di marketing che salta maggiormente all’occhio, su qualsiasi bene di consumo, è l’utilizzo di sconti e offerte speciali. Dalle affissioni pubblicitarie nei parcheggi ai cartelli sparsi per i punti vendita e collocati strategicamente sugli scaffali, le offerte in genere abbondano. E se è vero che possono realmente farti risparmiare qualcosa sullo scontrino, è vero anche che possono rappresentare uno specchietto per le allodole, inducendoti all’acquisto di prodotti di cui avresti fatto a meno. O ad acquistare addirittura quantità maggiori del necessario.

Fare una spesa mirata evitando di comprare prodotti in eccesso perché in offerta, limitando così gli acquisti d’impulso, si traduce in un risparmio di denaro e un minor rischio di buttare via alimenti dimenticati nel frigo.

Prediligi prodotti locali e di stagione

Perché spendere molto di più, inquinando l’ambiente, per ottenere un prodotto meno saporito e nutriente?
Risparmiare è possibile, e anche di parecchio, semplicemente avvicinandosi un po’ di più alla natura. Comprare prodotti di stagione consente di beneficiare appieno delle proprietà nutritive di frutta e verdura oltre ad aiutare a ridurre i costi e, ovviamente, anche l’impatto ambientale. Frutta, verdura e pesce sono i generi alimentari costituiti da una stagionalità ben precisa: quando li acquisti abituati a seguire i loro cicli naturali.

Preferisci prodotti con più materie prime e meno trasformati

Basta leggere la lunga lista degli ingredienti di un prodotto trasformato, ad esempio snack, merendine o gelati, per rendersi conto della presenza di additivi o ingredienti poco salutari. Per questo motivo è meglio indirizzare la scelta il più possibile verso prodotti con una lista degli ingredienti semplice o meglio ancora direttamente verso le materie prime, per preparare a casa ciò di cui abbiamo bisogno.

Contenuto realizzato nell’ambito del progetto La Spesa Che Sfida finanziato dal Ministero dello sviluppo economico (DM 7 febbraio 2018)