PRONTO TASSE

Spese funebri

12 marzo 2020
  • contributo tecnico di
  • Tatiana Oneta
  • di
  • Luca Cartapatti

12 marzo 2020
  • contributo tecnico di
  • Tatiana Oneta
  • di
  • Luca Cartapatti

Anche per le spese funebri sono previste detrazioni che ammontano al 19% per una spesa massima di 1.550 euro a decesso. Ecco come inserirle nella dichiarazione.

Le spese funebri

Quanto recuperi

è una spesa detraibile, quindi recuperi il 19% della spesa, per una spesa massima di 1.550 euro a decessoDal 2020 sono detraibili solo le spese sostenute con mezzi di pagamento tracciabile, non sono ammessi i contanti.

Dove lo indichi

Nel quadro E nei righi da E8 a E10 col codice 14, in caso di più decessi usa un rigo per ognuno. Ricorda di indicare anche le spese riportate nella Certificazione Unica con il codice 14.

Documenti da conservare

Fatture e/o le ricevute fiscali di pagamento riconducibili al funerale quali: 

  • la fattura dell’agenzia delle pompe funebri;
  • la fattura del fiorista;
  • la ricevuta di versamento effettuata al Comune per i diritti cimiteriali;
  • le fatture per gli annunci funebri.

Cosa detrai

È detraibile la spesa sostenuta per il decesso di persone anche non legate da un vincolo di parentela.

Le spese funebri ammesse alla detrazione sono quelle direttamente correlate con il decesso: non è possibile detrarre quelle sostenute anticipatamente dal contribuente in previsione della propria morte, come ad esempio l’acquisto del loculo prima del decesso.

Insieme alle spese per le onoranze, sono detraibili anche quelle connesse al trasporto e alla sepoltura.

La spesa può essere detratta solo da chi l’ha sostenuta: nel caso in cui la spesa sia stata divisa tra più persone, la detrazione può essere suddivisa pro quota. Per questo motivo, è importante che il soggetto a cui è intestata la fattura annoti sulla stessa la ripartizione della spesa con gli altri, apponendo anche la propria firma. 


Stampa Invia