Speciali

I diritti del malato

07 marzo 2016
Diritti del malato

07 marzo 2016

"La Repubblica tutela la salute come diritto dell'individuo e interesse della collettività". La citazione arriva direttamente dalla nostra Costituzione...

Conosci i tuoi diritti

“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.”

Il Servizio Sanitario Nazionale (Ssn), istituito con la Legge del 23 dicembre 1978, n. 833, nasce con il preciso scopo di assicurare quanto stabilito dalla costituzione e garantire l’accesso alle sue strutture e l’erogazione delle prestazioni di diagnosi, cura e assistenza, secondo questi tre principi fondamentali:

  • Universalità. Tutta la popolazione ha diritto all’assistenza e alle prestazioni, attraverso un’organizzazione  capillare del Ssn sul territorio nazionale, i cui servizi sono erogati dalle Aziende sanitarie locali, dalle Aziende ospedaliere pubbliche e dalle strutture private convenzionate con il Ssn. Questa struttura serve a garantire l’applicazione uniforme alla popolazione delle cure essenziali, che in gergo tecnico sono definite “Livelli essenziali di assistenza (Lea)“
  • Uguaglianza. I cittadini devono poter accedere alle prestazioni del Ssn nel pieno rispetto delle differenze e senza che la distinzione di condizioni individuali, sociali ed economiche siano ostacolo alle cure. Ai cittadini, che non appartengono a categorie esenti, è richiesto il pagamento di un ticket che varia per ogni singola prestazione prevista dai Lea.
  • Equità. A tutti i cittadini deve essere garantita parità di accesso in rapporto a uguali bisogni di salute, appropriata prescrizione delle cure e trasparenza nei rapporti e nell'erogazione delle prestazioni. Allo stesso tempo, per garantire equità, deve essere assicurata un'informazione corretta, esaustiva e comprensibile (sia da parte degli operatori sanitari, sia dalle istituzioni). L’informazione è un tassello fondamentale per garantire l’accesso alle prestazioni cui il cittadino ha diritto, ma anche per dare un consenso, più possibile informato, rispetto alle terapie e indagini mediche a cui il cittadino si sottopone.

Questi stessi valori sono ripresi dalla Dichiarazione sulla promozione dei diritti dei malati in Europa, scaturita dall'incontro europeo sui diritti del malati tenutosi ad Amsterdam dal 28 al 30 marzo del 1994 sotto l’egida dell’Organizzazione Mondiale della sanità, secondo la quale i pazienti hanno diritto al rispetto di valori e diritti fondamentali che esploriamo nei prossimi capitoli.

Proprio con il fine di accrescere le conoscenze dei cittadini rispetto ai propri diritti in materia di sanità e migliorare l’accesso alle prestazioni del servizio sanitario pubblico, Altroconsumo ha dato vita  al progetto Diritti in Salute, in collaborazione con ACU, associazione consumatori utenti, e finanziato dal ministero dello Sviluppo economico ai sensi del Decreto 6 agosto 2015. Nella nostra pagina Diritti in Salute si possono trovare diversi contenuti: schede informative su vari argomenti, numeri di telefono e indirizzi utili, video per rispondere ai dubbi più frequenti su argomenti quali:


Stampa Invia