Speciali

Diete dimagranti: quali scegliere e quali evitare

23 aprile 2019
diete

23 aprile 2019

Iperproteiche o a blocchi? Sono spesso costose, non semplici da capire e da seguire, oltre che inutili e pericolose per la salute. Sotto la lente sono finite le più famose diete, indiscusse protagoniste di libri e riviste. Le abbiamo analizzate per valutarne pro e contro: ti sveliamo le 7 che è bene evitare.

Cos'è la dieta del Metodo Naturhouse

Associazione di una dieta ipocalorica e iperproteica a integratori e a sostituti del pasto a marchio Naturhouse. È prevista una fase di dimagrimento, durante la quale vengono vietati (o fortemente ridotti) i carboidrati, come pane, pasta, patate,riso, rimpiazzati da sostituti del pasto e integratori. Per gli altri nutrienti le frequenze sono basate sulla classica piramide nutrizionale. La durata dipende dai kg da perdere. Nella fase di mantenimento, invece, pane, pasta, riso, patate vengono reintegrati gradatamente nell’alimentazione. Prevede una consulenza settimanale, effettuata da biologi o dietisti o nutrizionisti, per monitorare i progressi cambiando, eventualmente, i prodotti.
Valutazione: mediocre
Dieta scarsamente personalizzata, generata in automatico da un software. Nonostante i responsabili sostengano che sono dotati di un database di 150 diete, queste devono necessariamente rispettare i principi del metodo e sono quindi poco elastiche e scarsamente modificabili. Il soggetto impara più a fare affidamento sui prodotti a marchio che su un’alimentazione corretta e bilanciata e su uno stile di vita attivo. Molti dei prodotti fitoterapici suggeriti contengono estratti che stimolano il metabolismo (es. guaranà), la diuresi e possono essere perciò molto pericolosi per persone che soffrono di pressione alta o disturbi renali. La perdita di peso viene falsata dalla perdita di liquidi.

Contro

  • Costo elevato per la necessità di assumere composti fitoterapici e sostituti del pasto a marchio Naturhouse
  • Dieta scarsamente personalizzabile, generata da un software