Speciali

Diete dimagranti: quali scegliere e quali evitare

18 giugno 2020
diete

Iperproteiche o a blocchi? Sono spesso costose, non semplici da capire e da seguire, oltre che inutili e pericolose per la salute. Sotto la lente sono finite le più famose diete, indiscusse protagoniste di libri e riviste. Le abbiamo analizzate per valutarne pro e contro: ti sveliamo le 7 che è bene evitare.

Come funziona la dieta Pesoforma

Il programma Pesoforma si basa su alcune evidenze che dimostrano come una dieta parzialmente composta da pasti sostitutivi sia più appetibile e quindi più applicabile.

Questo regime prevede una dieta “bilanciata”, con la sostituzione di uno dei pasti principali con un pasto sostitutivo a marchio Pesoforma. Si tratta di barrette, panini, dessert di vario tipo. Oltre ai pasti sostitutivi, sono sponsorizzati anche prodotti per colazione e spuntini, a lasciar intendere che si possono consumare più prodotti Pesoforma nella giornata. 

Sul sito dedicato è possibile calcolare il proprio indice di massa corporea (IMC) e creare una dieta con una libera scelta di alimenti, scegliendoli da una lista di alimenti concessi, a condizione che l’apporto calorico giornaliero rimanga tra 1000-1200 kcal, senza indicazioni sulla durata, probabilmente da mantenere fino al raggiungimento del peso ideale.

Valutazione: mediocre
La scelta libera degli alimenti dovrebbe essere affiancata da consigli su frequenze di consumo. Viene promosso l’utilizzo di dolcificante anche se poi nei prodotti Pesoforma troviamo quantità eccessive di zuccheri, oltre che di grassi poco salutari. I pasti sostitutivi sono infatti di scarso valore nutrizionale, cioè carenti in micronutrienti, se non fosse che vengono addizionati con vitamine e sali minerali. Le materie prime utilizzate sono spesso dei derivati di scarsa qualità nutrizionale, ad esempio prosciutto e formaggio in polvere, oli vegetali non meglio specificati e fruttosio. Si trovano spesso riferimenti a stili di vita sani, senza però indicazioni pratiche per metterli in atto. Per quanto riguarda l’attività fisica, non ci sono indicazioni particolari, se non che possa aiutare a mantenere il peso raggiunto. Rispetto a un normale regime ipocalorico, l'utilizzo di pasti pronti ha solamente svantaggi: innanzi tutto la diseducazione alimentare. Per essere "in forma" ci si abitua non tanto a curare l'alimentazione e a fare movimento, ma anche a ricorrere ad alimenti pronti. Manca, infine, un'educazione alimentare per il mantenimento del peso raggiunto.

Pro

  • Evidenzia l'importanza del consumo di frutta e verdura

Contro

  • Necessità di assumere prodotti a marchio
  • I prodotti Pesoforma sono ricchi di ingredienti non salutari