News

Bonus trasporti da 60 euro: chi ne ha diritto e come si potrà chiedere

60 euro per ogni componente della famiglia, per l’acquisto di un abbonamento ai mezzi pubblici o al trasporto ferroviario. È finalmente in Gazzetta Ufficiale la misura del "decreto aiuti", destinata a supportare le famiglie con medio o basso reddito nel combattere il caro-vita. Entro 2 mesi sarà disponibile la piattaforma per le richieste. Ecco come funziona, chi lo può ottenere e come farne richiesta.  

  • contributo tecnico di
  • Tatiana Oneta
  • di
  • Luca Cartapatti
18 maggio 2022
  • contributo tecnico di
  • Tatiana Oneta
  • di
  • Luca Cartapatti
Bonus trasporti

Diventa legge, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, oltre al bonus 200 euro una tantum, anche un altro bonus contenuto nel "decreto Aiuti". Si tratta di un'agevolazione sempre destinata alle famiglie con un reddito sotto i 35 mila euro,  da utilizzare per l’acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico e ferroviario. Vediamo a quanto ammonta, come funziona e come si richiede.

Bonus trasporti, che cos'è

Il Governo ha stanziato un fondo di 100 milioni di euro per il 2022 da destinare alla creazione di un buono da utilizzare per l’acquisto di abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale o per il trasporto ferroviario nazionale. Il bonus trasporti copre il 100% della spesa sostenuta, entro un limite massimo di 60 euro.

Chi lo può richiedere

Il bonus trasporti può esser richiesto solo da chi ha posseduto nel 2021 un reddito personale lordo annuo di massimo 35.000 euro. Quindi certificazioni uniche alla mano, occorre verificare l’importo del reddito imponibile che verrà indicato anche nel 730 o nel modello Redditi di prossima presentazione. I redditi interessati sono quindi tutti quelli dichiarati e imponibili ai fini fiscali, non solo quelli da lavoro o da pensione, come ad esempio gli affitti per i quali si paga la cedolare secca.

Come fare domanda

Entro i prossimi due mesi verrà emanato un decreto che stabilirà le modalità per presentare la domanda. Nei prossimi 60 giorni (a partire dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale) dovrebbe dunque essere predisposta una piattaforma informatica in cui inserire la richiesta, che seguirà l’ordine di arrivo e, in base ai fondi stanziati, si potranno aggiudicare il bonus poco più di un milione e mezzo di italiani. In pratica, c’è il forte rischio dell'ennesimo clic-day con il probabile tilt del sito che ospiterà la piattaforma .

Come usare il bonus trasporti

Sul bonus viene indicato il nominativo del beneficiario ed è utilizzabile per l’acquisto di un solo abbonamento e non è cedibile. Quindi se in famiglia ci sono più persone che utilizzano i mezzi pubblici, ogni componente deve fare la propria richiesta, ovviamente sempre se rispetta i limiti di reddito necessari per averne diritto.

Poiché ancora nulla si sa della piattaforma che verrà implementata, non possiamo ancora dire se per ottenere il bonus sia necessario acquistare prima l’abbonamento e, una volta inseriti i dati di quest’ultimo, sia possibile ottenere un rimborso. Per questo motivo, il nostro consiglio è quello di conservare tutto ciò che attesti l’acquisto di un abbonamento ai mezzi di trasporto pubblico da qui in avanti, meglio se pagato con mezzi tracciabili (carte, bancomat...).

Non puoi richiederlo? C'è sempre la detrazione

Se non fai parte di coloro che hanno i requisiti per accedere al bonus trasporti o per una qualche ragione non puoi ottenerlo, ricordati che puoi detrarre dalla dichiarazione dei redditi il 19% delle spese per l’acquisto di abbonamenti ai mezzi di trasporto per te e per i familiari che dichiari a tuo carico, nel limite massimo di 250 euro.

Tutti i bonus che puoi richiedere a portata di clic

Come abbiamo visto, occorrerà aspettare prima di poter richiedere il bonus trasporti. Ma in questi mesi il Governo ha sfornato tanti altri bonus che possono aiutarti a far quadrare i conti di casa: dalle detrazioni sul 730, agli incentivi, dagli sconti su prodotti e sevizi ai voucher da spendere durante l'acquisto. Ma sei sicuro di conoscere davvero tutte le opportunità offerte dallo Stato? Sai ad esempio che puoi avere fino a 5.000 euro di ecobonus se acquisti un'auto elettrica? E che se rottami un vecchio televisore puoi avere uno sconto di 100 euro su quello nuovo? E ancora, sai che esiste un bonus per cambiare mobili, elettrodomestici e persino per installare le zanzariere

Per questo motivo abbiamo deciso di offrire ai consumatori una pagina di facile consultazione, nella quale potrai trovare tutte le informazioni che cerchi riguardo i bonus, gli ecobonus e gli incentivi governativi che al momento si possono ottenere. Scopri a quali hai diritto e come fare la domanda in maniera corretta. E se hai bisogno di aiuto, ci siamo noi: lascia il tuo numero di telefono e i nostri esperti ti richiameranno per darti tutto il supporto che hai bisogno per ottenere i tuoi bonus.

Scopri tutti i bonus disponibili